martedì 28 giugno 2011

Il gioco euristico

Giusto per non deludere i lettori del mio blog precedente, vi propongo un piccolo aggiornamento sulla mia piccola dolce stellina...oggi siamo state a fare il controllo dalla pediatra e la piccola è 76,5 cm per 9,500 kg...insomma a detta della pediatra, una bella pupattolona che da domani può iniziare a mangiare il pomodoro...che meraviglia!!!! Sta crescendo benissimo e ha recuperato il gap del mese con la bronchite alla grande, è sempre una gioia quando la pediatra ti guarda soddisfatta e dice "Signora tutto a postissimo!"!!! Inoltre pare stia iniziando anche a mettere i dentoni più grossi, a detta della dottoressa i canini non dovrebbero tardare a spuntare!

Ora passiamo al post vero e proprio!!!!
Visto che l'altra volta vi parlavo del cestinod ei tesori e qualcuna di voi mi ha chiesto come modificare questa attività per i bambini più grandi, oggi vi propongo il Gioco Euristico che è appunto la naturale evoluzione della Scatola dei Tesori! Di solito questa attività nbei nidi viene proposta dai 12 ai 24 mesi, ma va benissimo secondo me, anche fino a 36 mesi, perchè i bambini ci si divertono un mondo a giocarci!!!!

In questo caso si cambiano sia gli oggetti che il modo di proporre il gioco! Gli oggetti possono essere contenitori piccoli da inserire in quelli grandi, palline da impilare, oggetti che rotolano, rocchetti, teli, tappi di sughero, mollette, nastri di velluto, pizzo, scatole, ecc.
In questo caso gli oggetti vengono proposti divisi per tipologia in delle sacche che verranno poi rovesciate davanti al bambino in angoli separati e sarà lui a scegliere con quale oggetto iniziare la sperimentazione....all'inizio si limiterà a giocare con qualche oggetto singolo alla volta, piano piano inizierà a incastrarli, ad usarli insieme!
Proponendo questo gioco in modo costante sicuramente si migliorerà la concentrazione del bambino, ci sarà sempre più coinvolgimento oculo-motorio, si svilupperanno le capacità sensoriali-percettive (caldo-freddo), uditivo (vari rumori), la nascita dei primi concetti logici (dentro-fuori, aperto-chiuso).
E non è per niente male come cosa no?!

Un altro aspetto importante del gioco euristico è che una volta che il bambino non dimostra più interesse per il gioco proposto bisogna insieme alla mamma, rimettere tutto a posto. Ogni oggetto diverso andrà messo in una sacca, e così il bambino imparerà anche a mettere a posto le cose con cui gioca, e diventerà questo a sua volta un gioco!!!!
La cosa importante in questo gioco è la presenza dell'adulto che non dovrà interferire con il gioco del bambino, ci si dovrà limitare solo ad osservare il bambino nelle sue sperimentazioni e quando lui chiederà il nostro sostegno lo faremo con uno sguardo o  un sorriso di approvazione, vedrete che acquisterà anche fiducia in se stesso e nella sua capacità di giocare da solo!
Buon divertimento a voi e ai vostri bimbi!!!!

6 commenti:

Waiting ha detto...

questi post sono molto interessanti. Brava continua così

Tata e mamma ha detto...

@waiting, grazie tesoro, è proprio un bell'incoraggiamento!!!!

pinkmommy ha detto...

vediamo se ora ci riesco...
prima di tutto...e brava la pupattola che cresce una meraviglia!!! :)
è vero, sono molto utili i tuoi post, dai un sacco di spunti e consigli, brava davvero!

Tata e mamma ha detto...

Grazie pinkina mia....certo il tuo è un pò grandino per queste cose...un abbraccio grandissimo, visto che alla fine abbiamo risolto anche il problema dei commenti?!che bill gates dei poveri, siamo meglio noi!!!!!

pinkmommy ha detto...

anche se è grandino comunque mi fa piacere anche ricordare cosa facevo con lui, che tipo di giochi facevamo, confrontarmi per capire anche come muovermi quando il secondo si degnerà di arrivare...
e poi lo sai che mi piace leggerti! ;)

Tata e mamma ha detto...

@pink, ma tu lo sai che sei proprio un tesoro...quando il secondo arriverà sarai la fantastica madre che sei già col primo con ancora più esperienza...una mamma miticissima!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...